I giocatori di tressette

 

 

Carissimi amici del tressette, in questa nuova pagina voglio inserire le interviste ad alcuni dei giocatori più bravi che ho conosciuto nella mia "vita" da tressettista, verranno inseriti in ordine casuale e con un mio parere personale di sola conoscenza quindi nessun ordine di importanza o quant'altro.

Invito tutti coloro che volessero a loro volta esprimere un parere sui giocatori ivi elencati a farmelo avere via mail oppure sul forum e sarà mia premura copiarlo nelle schede.

Tutti coloro che conoscono giocatori di eguale portata mi facciano avere  le loro schede e verranno pubblicate.

Se poi volete trasferirvi sul FORUM troverete uno spazio dedicato ancora a questi ed altri giocatori.

MAJA  - Nadia - sito dove la si può trovare LUDONET

Ciao a tutti, sono Nadia e sono l'autrice di questo sito, ho 47 anni e gioco a tressette da quando ne avevo 7, ma la mia storia già l'avrete letta sul sito.

Le mie tecniche sono abbastanza normali, diciamo "pane e salame", la sola teoria che ho sposato e dalla quale non voglio divorziare mai è quella che dice che a questo gioco si gioca in due, l'egoismo non paga mai.

Ho organizzato la maggior parte dei tornei a cui hanno partecipato questi signori e gioco su Ludonet dal 2000  ( a.C. :o))

 


BAR64   -   Paolo -   sito dove lo si può trovare  LUDONET

Mi chiamo Paolo e gioco a tressette a 4 dall'età di 20 anni circa, questo bellissimo gioco l'ho imparato da mio padre con il quale giocavo a spizzico fin dall'età di 12 anni e con il quale ancora gioco nella pausa pranzo e dal quale ho ottenuto i massimi insegnamenti, ho giocato anche a briscola in 5 prima, ma una volta conosciuto il tressette diventa impossibile giocare a qualsiasi altro gioco.

Non ho tecniche particolari, sono un genuino, gioco per divertimento e non mi piace perdere per questo cerco sempre di giocare con buoni giocatori. 

Gioco su ludonet da diversi anni e sono stato ad alcuni tornei live che mi hanno permesso di incontrare e conoscere alcuni buoni giocatori e persone davvero gradevoli per questo spero che ci saranno altri tornei e che continueremo a tenere vivo l'amore per questo gioco immortale e fantastico.

Nadia dice:  ho conosciuto Paolo ed ho avuto modo di giocarci sia dal vivo che su ludonet e devo dire che è un giocatore davvero in gamba con il quale il gioco diventa semplice anche quando potrebbe non sembrarlo perchè si fa seguire molto bene, quindi se mai dovessi dargli un voto da giocatrice sicuramente il mio voto sarebbe un 9.

 

IL REGISTA     -  Franco   -  sito dove lo si può trovare  LUDONET

Ho iniziato a giocare a 23 anni circa grazie ad un caro amico che purtroppo non c'è più. Trascorsi un  week end con lui nella sua casa di campagna e lui mi chiese di giocare a tressette ed io gli dissi che non sapevo giocare.... bè iniziò subito da quel giorno stesso ad insegnarmelo con così tanto trasporto che a fine giornata sapevo già giocare in modo discreto. Amavo ed amo molto le carte in generale e quindi mi venne abbastanza facile apprendere quel nuovo interessante gioco.

In seguito scoprii il gioco online su Ludonet e quello fu il mio vero trampolino di lancio, nel senso che avendo poco tempo a disposizione per poter giocare dal vivo a causa del mio lavoro che mi porta spesso in giro per il mondo, con il mio pc potevo stare tra gli "amici" ovunque ed il tressette veniva assieme a me.

Sul web ho conosciuto giocatori bravissimi ed è stato lì che è nata la mia voglia di imparare ancora meglio ( anche se il tressette è un gioco che non si finisce mai di imparare ), di diventare forte come le persone che avevo visto giocare e che mi impressionarono per alcune giocate. Passate incredibili, e la relativa voglia di cristallizzarle e renderle indimenticabili e ripetibili.

Tra i giocatori che conobbi sul web ( quelli più forti intendo ) ricordo questi nickname:   Maja, Vate, pub Madison, Pappagone, Jack Folla, Redden , Torrox, Lucass, Jena e Bart, che poi divennero una ristretta cerchia di amici di gioco.

La mia tecnica?  Bè io amo riuscire ad essere sempre l'ombra del mio socio, seguendolo sempre, capire l'evoluzione della mano  e rimanendo una piccola ombra  quando faccio da spalla e stagliando invece la mia ombra come un gigante  sul muro dietro le sue spalle quando ho le armi per poterlo fare.

Capirlo e farmi capire, attaccare o difendere a seconda delle circostanze, sono cose difficile da imparare ma senza dubbio le più importanti per il buon esito di una partita di gioco.

In conclusione vorrei dire che a mio avviso il tressette è come l'architettura, che non è quasi mai uguale ma si evolve se fissata su solide basi, ed io ancora oggi amo la sua evoluzione.

Nadia dice:    e quando si parla di Franco non si può fare a meno di scrivere l'esatta definizione:   IL PIONIERE DEL TRESSETTE MODERNO!

Un vero amante di questo gioco, ed un precursore delle nuove teorie, peccato con poco tempo disponibile, ma nel passato quante battaglie abbiamo vinto e perso assieme, e chi se le dimentica!  Onore a te Supremo Regista e ti aspettiamo nuovamente tra noi per non lasciare morire la nostra passione comune.

 

  IL VATE - Stefano - sito dove lo si può trovare  LUDOPOLI


CIRIBUS   - Ciro   -  sito dove lo si può trovare LUDOPOLI


Ho iniziato a giocare veramente a tressette all'età di 30 anni anche se avevo 12 anni quando vedevo le persone che giocavano a questo gioco facendo commenti sulle varie giocate e già da allora ne ero piuttosto affascinato, ma i miei impegni mi impedivano per mancanza di tempo di avvicinarmici e questo è accaduto quando, ahimè , ho avuto un incidente che mi ha tenuto fermo per mesi ed è stato in quella occasione che ho trovato il tempo per avvicinarmi al gioco del tressette.
A Gennaio 2008 ho scoperto il tressette online e da allora gioco spesso sul web.

Tattiche vere e proprie di gioco io non credo ne esistano, ci sono sensazioni personali, valutazioni della mano dettate dalla situazione momentanea; il sapersi adattare a quella situazione facendo le mosse giuste , leggendo i giusti messaggi che la giocata stessa suggerisce.

Sono convinto che bisogna sapersi adattare a questo per trovare la strada vincente senza basarsi solo su piccoli messaggi subliminali quali lo scarto o la dichiarazione degli avversari, cosa che molti giocatori fanno senza seguire il proprio istinto di gioco.
Sul web ho trovato alcuni buoni giocatori di questo gioco, anche se per mia correttezza personale non faccio nomi, ma una cosa vorrei dirla, spesso anche i "grandi giocatori" o coloro che si ritengono tali seguono delle regole e dei pregiudizi di gioco che alla lunga li portano a commettere piccole imperfezioni che mettono a repentaglio l'intera partita; per esempio , in un eccesso di superficialità ho visto giocatori non tenere conto del punteggio parziale e inficiare l'esito di una partita per la perdita di una figura o per la "morte nera" di un 3 tra le mani.
Una cosa che assolutamente mal sopporto è il giocatore che esce di mano volandosi una carta...  inconcepibile!
E per concludere vi svelo uno dei miei segreti, se sono di mano ed ho un solo 25 quarto non lo batterò mai perchè so che nella migliore delle ipotesi non raccoglierò più di un punto ed il mio gioco finirà lì.

Nadia dice:   Ciro è stato per me una piacevole scoperta come giocatore, lo conosco poco e devo dire che ci ho giocato anche poco, ma quel poco è bastato per inserirlo in questa pagina senza ombra di dubbi.

PAOLOM   -  Paolo   -  sito dove lo si può trovare LUDOPOLI E LUDONET

Ho cominciato a giocare a 13 anni e sono ormai 42 anni che gioco. La mia scuola è stato un circolo ricreativo dove giocavano parecchi giocatori "incalliti" dai quali io, che ero appena un bimbo, imparavo, guardandoli giocare.

Il tressette che preferisco è a quattro giocatori, magari giocato con un buon socio che conosca bene le regole, allora mi diverto davvero.

La mia più grossa soddisfazione da piccolo era che venivo considerato diciamo un pò "arbitro" degli allora giocatori con i capelli bianchi, mi cercavano per chiedermi la mia opinione su alcune giocate che avevano fatto e questo mi dava la certezza di conoscere perfettamente le regole di questo straordinario gioco.

Mi piace giocare muto, lascio dichiarare gli avversari ... in questo modo io conosco il loro gioco ma loro non riescono a decifrare il mio.

Ho partecipato a diversi tornei live organizzati da Nadia assieme al mio inseparabile socio Sasà e mi sono sempre divertito molto avendo anche la soddisfazione di vincerne alcuni, ho conosciuto buoni giocatori ma non faccio nomi per timore di dimenticarne qualcuno.

Nadia dice:  Paolom di tornei miei ne ha vinti il 99% e senza ombra di dubbio è uno dei migliori giocatori che io abbia mai incontrato assieme a Sasà naturalmente.

NOCCIOLINA   - Daniela   - sito dove la si può trovare LUDONET

Ciao Sono Daniela alias Nocciolina ho imparato a giocare a tresette nel lontano 2002 grazie ad una milanese incontrata per caso su Ludonet....ho avuto la "Sfortuna" di sedermi al tavolo di tresette con lei Majadesnuda e dopo una quantità infinita di improperi tra cui scusa ma tu non sai proprio giocare.....in un messaggio privato mi chiese il nr di telefono e con una santa pazienza m'insegnò a giocare a tresette....dapprima al telefono in tavoli senza classifica e poi sempre al telefono mi si metteva dietro e mi diceva cosa giocare......e gioca oggi e gioca domani oggi ho quasi imparato a giocare a tresette :) ......Con lei è nata una bella amicizia e con tanti di ludonet alcuni virtuali altre reali ...ho partecipato a svariati tornei... e penso di detenere il record di vittorie di tornei fatti a mantova in quel di Villimpenta su 4 a cui ho partecipato a mantova 3 vittorie ed un secondo posto grazie all'orgoglio di zia maja ( non te la perdonerò mai!!!) Ho avuto la fortuna di vincerne uno a Roma con il mio compagno di vita.....Paolo ...e oggi mi diverto tra ludonet e ludopoli...Devo ringraziare Nadia che mi ha insegnato a giocare a questo magnifico gioco...la sua pazienza l'ha premiata perchè oggi credo abbia un'allieva all'altezza della sua maestria !!! Grazie a  sò...

Nadia dice:    che dire ...  hai detto tutto tu cara amica .....  orgoglio ne posso mettere un bel paio di dosi?   le metto!!!! Sei stata senza ombra di dubbio una giocatrice piena di ricettività e in un torneo live hai battuto proprio me in semifinale.. cosa voglio di più?

BRADLIDGE     -   Luca     - sito dove lo si può trovare LUDONET

Luca, quando hai iniziato a giocare a tressette?

Nella notte dei tempi!

Quale è il tressette che preferisci?   Il quadrilatero.

La giocata che ritieni migliore?    Roma vincente 3-1  sempre  ;o)

Una partita che ricordi in modo particolare?  La finale di uno dei tornei live ai Salici con Vate.

Quale è il ruolo in cui ti senti più forte?   Mi sento libero ... alla Baresi.

Ritieni di avere lacune in questo gioco?   Nel tressette si hanno sempre lacune, non si finisce mai di imparare!

Hai trovato buoni giocatori sul web?  Si molti, ma non faccio nomi per timore di scordarne qualcuno.

Hai partecipato a tornei live? che ne pensi?   Ho partecipato a svariati tornei live e mi diverto sempre quando si beve , si magna e si sta in compagnia, anche se mi piacerebbe che ci fosse una regola fissa per i live e non regole che cambiano ad ogni torneo.

Nadia dice:  quando si nomina Lucass si prova quasi sempre un minimo di soggezione, io amo definirlo il Maradona del tressette, anche se negli ultimi 2 anni ci ha abbandonati per altri giochi .... In ogni caso nessuno di coloro che hanno avuto modo di incontrarlo sui tavoli da gioco ha mai dimenticato la sua bravura. Davvero onorata di averlo sul mio sito!

REDDEN    - Alessandro    - sito dove lo si può trovare LUDONET

Ho iniziato alle medie a giocare vedendo mio padre, ho trovato subito una buona propensione al gioco che mi ha preso sempre di piu'.
La mia tattica preferita consiste nel cercare il prima possibile di capire il mio socio e le debolezze degli avversari..non gioco sulle sensazioni ma solo sulle probabilità e cerco di farle pendere sempre dalla mia parte..le tante partite fatte mi hanno aiutato a far nascere una mia idea di gioco sempre razionale e, dati alla mano, efficace; cosi sono nate le mie teorie in cui credo molto e che applico con molta fiducia..
La mia frase "storica" è: ogni carta ha un suo significato!
la mano che ricordo maggiormente l'ho giocata in finale con compagno arotaderoma, un amico. Il giocatore alla mia sinistra era uscito muto a bastoni ed era uscito l'asso,sapevo che dichiarava il busso e quindi aveva certamente un 2..le denari erano finite e l'avversario alla mia destra chiamava coppe..io ero rimasto col 29 a coppe secco e un 25 a spada (l'asso era uscito) terzo..purtroppo non avevo bastoni dove avevo capito che il mio socio aveva il 3.
Quindi il giocatore alla mia sinistra giustamente esce a coppe io potevo tranquillamente passare l'asso, perdendolo e poi essere chiuso ma avendo prestato attenzione alla mano l'ho giocata in questo modo:

passo il 3 e vado in presa..poi dichiaro 25 terzo a spada e mi batto il 3..invece di continuare col 2 esco di scartina e faccio prendere il giocatore alla mia sinistra, che a quel punto rimane col 2 secondo a bastoni sempre soggetto al 3 del mio socio..
esce di re io che sono piombo scarto il 2 di spada, il mio socio non prende e si fa l'ultima di 3 nella quale io do l'asso di coppe che avevo salvaguardato..
beh che mano!! Onore anche agli avversari (marlboro e serenas) ma in quel torneo forse ho espresso il massimo e ne vado fiero.
i giocatori che particolarmente mi hanno colpito nella mia "carriera" tresettistica sia live che online sono: Vate per il suo eclettismo e perchè è una persona che osserva gli altri e ne acquisisce le idee se le ritiene giuste. non trascurando mai le sue teorie che lo hanno portato spesso a vincere; Maja semplicemente la migliore donna giocatrice che ho mai conosciuto, Jena plissken un giocatore col quale ho giocato online spesso e che sapeva il fatto suo e Torrox il mio primo socio col quale ho vinto diversi tornei..
Questi giocatori hanno qualcosa di piu' a mio parere, poi ce ne sarebbero altri molto forti ma non come questi a mio avviso.

Nadia dice:  non ho molto da dire su Sandrino, questo sito parla anche di lui, per me è una macchina vivente che riesce davvero a leggere tra le righe ogni cosa che avviene durante una partita già dalla seconda mano.

Un pensatore, ma soprattutto uno dei pochi studiosi che nel tempo ha cercato di discostarsi un minimo dalla realtà di questo gioco rendendolo, quando possibile, invincibile. Un pò cabalista nel gioco, ma se serve ben venga ;o)


MR PAT   - Patrizio   -  sito dove lo si può trovare LUDONET

Mi chiamo Patrizio e sono di Avellino, avevo 8 anni quando con la scusa di portare il caffè a mio padre rimanevo a guardarlo mentre giocava a tressette e a stoppa con gli amici.

Da allora mi sono interessato a questo gioco imparandolo in ogni sua sfumatura, giocando al mare quando ero ragazzino seduto sulla sabbia, ma le partite più belle le ho fatte in pullman con gli amici durante le trasferte.

  Il tressette che preferisco è il quintiglio o tre a chiamare  " O TRAMM".

Una cosa che mi è rimasta molto impressa che mi diceva sempre mio padre che a questo gioco si copre sempre, a volte per una figura persa si perde l'intera partita.

Tecniche di gioco? Bè direi che dipende dal punteggio se giocare in attacco o in difesa, non amo giocare col morto, spero sempre che il mio socio giochi con me e non da solo, e soprattutto se gioca come me, altrimenti è uno sfacelo.

Giocando online ho trovato buoni giocatori, ma uno in particolare è rimasto il mio preferito, il suo alias è TORROX e trovo che giochi proprio come piace a me.

Volevo regalarvi una simpatica poesia sul tressette se Nadia vuole pubblicarla.

Nadia dice: e come no? Mr pat è uno dei giocatori da cui, nei primi tempi del mio approdo su ludonet, appresi diverse cose sul tressette e lo ritengo davvero un ottimo giocatore, anche se è lamentoso quando il suo socio commette un'imperfezione non perdona ... ti mette sotto torchio!!!!

’O Jucatore ‘e carte napulitane gioca solo per ingannare il tempo senz’ azzardo: ’a Briscule, ’a Mariagge,’o Terziglie,. ‘a Maniglie , mentre se si gioca a soldi ecco che l’emozioni non mancano con i giuochi d’azzardo quali :
a Stoppa,’o Zicchinette, ‘o piatte,‘o sette e mieze, ‘o muccheitte
Questi giuochi sono giocati generalmente in città, in bische clandestine o in locali di associazioni varie pseudo cattoliche o arciconfraternite di qualche santo patrono, mentre in periferia, nel bar o in circoli ricreativi.
'0 Jucatore ’e carte’ pur di soddisfare il suo desiderio di giocare è capace di sottostare a qualsiasi scomoda sistemazione, basti che possa giocare e tirare le carte, il luogo può essere per terra, improvvisato tenendo seduto una tavoletta fra le gambe e usando come sedie cassette della frutta o scatoloni, all’in piedi su un muretto divisorio. 
 

AC3RBOY    - Enzo    - sito dove lo si può trovare LUDONET

Ciao a tutti, io sono Enzo, nickname Ac3rboy e gioco e tressette da quando avevo 15 anni , ora ne ho 44. 

Giocavo con mio padre a soldi, nelle bische e giocavamo al tre a chiamare, anche se adesso preferisco di gran lunga il tressette a quattro.

Il mio stile di gioco è muto, anche sui lisci e dove e quando posso amo molto riuscire ad ingannare gli avvresari in qualsiasi modo, questo avendo naturalmente un buon socio che mi supporta.

Nella mia vita ho giocato con tantissime persone sia dal vivo che online ( su ludonet ) ed è proprio sul web che ho avuto le mie più grandi emozioni, vissute con rari personaggi.

Adoro il modo di giocare di Redden e Vate che è quello che preferisco.

Ho partecipato solo ad un paio di tornei live, purtroppo, ma sono i più bei ricordi che conservo legati a questo gioco, vi ho conosciuto persone fantastiche che non scorderò mai e spero davvero che la vita mi permetta di poter essere più presente quando ce ne saranno altri.

Nadia dice: ho avuto modo di giocare con Enzo sia sul web che dal vivo e sicuramente entra prepotentemente nella rosa dei miei 10 giocatori preferiti, sia per modo di giocare che per altri motivi e vorrei aggiungere che ci troviamo davanti ad uno dei giocatori più umili e modesti che abbia mai conosciuto, un vero signore sia nella vittoria che nella (rara) sconfitta.

ROTA DE ROMA       -      Pierluigi  -  sito dove lo si può trovare LUDOPOLI

Ho iniziato a giocare a 14 anni in Abruzzo al paesello vedendo gli anziani che si accanivano e si avvelenavano per una partita a tressette facendo la "passatella". Al contrario di molti giocatori conosciuti non ho avuto insegnamenti paterni perchè mio padre non gioca a tressette e nemmeno mio nonno ci giocava.

Nel 2005 ho conosciuto il gioco online e la mia frequenza di gioco è aumentata diventando quasi una "droga"  ( dopo la topa ovviamente :o)) ed ho conosciuto svariate persone appassionate di questo gioco.

In alcune situazioni di gioco sono un giocatore aggressivo ma anche difensore, dipende da quando apro le mie 10 carte e valuto se attaccare o difendere. Ritengo comunque di essere diventato abbastanza capace di fare entrambe le cose.

Ho imparato con l'esperienza e giocando online grazie ad alcuni giocatori, ad affinare le mie tecniche che inizialmente erano piuttosto scolastiche.

Ho partecipato a svariati tornei live e devo dire con estremo orgoglio che ho ben 3 trofei al mio attivo, il che non è poco ;o).

Nadia dice:  Piggi è stato uno dei più appassionati giocatori che io abbia mai conosciuto, con tanta voglia di migliorarsi e pieno di curiosità e domande relativa a questo gioco. E i risultati han parlato per lui.

MARLBORO      -   David    -   sito dove lo si può trovare LUDONET

Ciao a tutti, il mio nome è David senza la e finale ^^ e sono nato a Macerata, gioco a tressette dall'età di 13 anni, giocavo con gli amici.

Mi ritengo un buon giocatore e direi che potrei essere posizionato sopra la media anche se non mi ritengo un "campione".

Il tressette che preferisco è a 31 senza chiamata e senza buongioco, e la mia tecnica preferita è il riuscire a sfruttare al massimo le lunghe, in particolare avere la massima resa da un re quarto.  Mi ritengo un buon difensore, ma la cosa che assolutamente non deve mancare è la comprensione tra soci, io cerco di farmi capire bene e faccio sempre il possibile per seguire e capire il gioco del mio socio e questa a mio avviso è una regola fondamentale.

Ritengo che le giocate fatte sul web rimangano più impresse di quelle dal vivo anche per la diversa velocità con cui si svolge il gioco, per questo motivo mi sento decisamente più forte online, riesco a mantenere meglio la concentrazione.

Online ho trovato giocatori forti che poi si sono rivelati tali anche sui tavoli live, e oltre a quelli nominati su questa pagina aggiungerei Kiule, Virgo83 e Saretta che è decisamente migliorata.

Ho partecipato a molti live e devo dire che quando posso non manco mai, anche se mi piacerebbe che tutti quei giocatori che amano questo gioco e che si ritengono forti almeno per coerenza venissero ai tornei live per conoscerci, giocare guardandoci in faccia e trascorrere una giornata all'insegna della competizione ma anche del divertimento.

Nadia dice:  David è in assoluto il giocatore  più simpatico, sportivo ed allegro che ho conosciuto, nella sua bravura non perde mai di vista il vero senso del gioco che è il puro divertimento, infatti ha giocato anche con soci occasionali e tecnicamente sconosciuti senza mai lamentarsi e ripresentandosi puntualmente al torneo successivo. Quindi premio sportività a simpatia al nostro Grande Marlboretto.

Overcomer        -      Pierpaolo         - sito dove lo si può trovare LUDONET

Mi chiamo Pierpaolo e sono della provincia di Potenza, ho iniziato a giocare da piccolo guardando i vecchietti giocare la bar del mio paese e mi affascinava così tanto questo gioco che quando tornavo a casa simulavo le partite con un mazzo di carte, in seguito i "nonni" del paese mi accolsero tra loro e questa fu per me una grande soddisfazione.

A livello tecnico a mio avviso la differenza di gioco la fanno le carte che ho in mano al momento, amo molto i giochi lunghi , qualsiasi essi siano, anche un re 5 per me è un bel gioco di apertura che potrebbe permettermi qualora riuscissi a sfruttarlo, di mettere in difficoltà gli avversari costretti a stringere i loro giochi.

Ho sviluppato sul mio pc un piccolo programmino di tressette che simula le varie tecniche di uscita e svolgimento del gioco, e mi diverto molto con quello.

Ho poi conosciuto il gioco online e ci ho trascorso ore ed ore a giocare ( anche se ultimamente ho dovuto mollare un pò per via dei miei studi ), sul web ho conosciuto molti giocatori e qualcuno l'ho apprezzato in modo particolare, ma per me il miglior giocatore incontrato era il proprietario del bar del paese dove giocavo, un giocatore più raffinato rispetto alla media dei giocatori conosciuti per stile di gioco.

Ai tornei di Nadia sono stato sempre presente quando possibile e mi sono sempre trovato bene e divertito, anche se li ritengo troppo lunghi e quindi che non lasciano spazio alle disquisizioni dopo ogni partita ... che a mio avviso sarebbe una cosa davvero interessante, pertanto leverei le 3 partite e ne farei una sola secca con commenti seguenti.

Nadia dice:  considero Pierpaolo un capace giocatore anche se personalmente non condivido appieno il suo stile di gioco e non mi ci trovo molto bene al tavolo, ma si tratta solo di caratteristiche di gioco differenti.

Come persona senza dubbio una delle migliori incontrate sul web sia a livello umano che caratteriale.

 l